Yin yoga purificazione polmoni

Lezione ideale per migliorare la capacità respiratoria

Durata: 59 min
Livello: Tutti i liv.
Stile Yoga: Yin Yoga

Presentazione lezione

L’autunno è la stagione ideale per purificare i polmoni in quanto, secondo la medicina tradizionale cinese, sono l’organo associato a questa stagione.

Questa lezione è ideale da fare durante la stagione autunnale, ma in generale anche nei cambi di stagione, quando senti di aver bisogno di una purificazione profonda o se vuoi migliorare la capacità respiratoria.

Inizieremo praticando la respirazione a tamburo, ideale per depurare i bronchi, per poi continuare con posizioni specifiche che stimolano l’energia nel meridiano dei polmoni.

Per approfondire la respirazione a tamburo, puoi leggere questo articolo: Purificare i bronchi con la respirazione a tamburo

Come faccio ad accedere alla lezione?

Se sei un abbonato a Yoga n’ Ride, hai già accesso illimitato a questa lezione. Accedi e poi torna su questa pagina per visualizzare il video della lezione.

Se invece non hai ancora attivato un abbonamento a Yoga n’ Ride, puoi dare un’occhiata a questa pagina, dove trovi tutte le informazioni utili a capire come funziona l’abbonamento al sito, ed a scoprire tutti i fantastici contenuti che abbiamo pronti per te.

Altre lezioni che potrebbero interessarti:

17 min. Liv. 2 Hatha Yoga

Energia di libertà

Questa sequenza è ideale da fare al mattino per iniziare la giornata con energia, vitalità ed una bella sensazione di leggerezza.

25 min. Tutti i Liv. Yoga Nidra

Yoga nidra: grotta del cuore

In questo rilassamento guidato faremo un bel viaggio all’interno del nostro cuore.

36 min. Tutti i Liv. Hatha Yoga

Calore, resistenza, radicamento

Questa sequenza aiuta a generare calore nel corpo, aumentare la resistenza fisica ed il radicamento.

6 commenti su “Yin yoga purificazione polmoni”

  1. Ciao Laura,
    le lezioni di yin yoga sono sempre piacevoli. Nella rana, cammello, anahatasana e halasana ho preso gli accorgimenti da te indicati per non andare a sollecitare il mio collo vista la cervicalgia che mi accompagna e sebbene mi sarebbe piaciuto entrare più in profondità nelle posizioni ho resistito alla mente e ascoltato il mio corpo 🧘‍♀️💙☀️🥰🌈

    Rispondi
    • Ciao Michela,
      fantastico! Mi fa molto piacere che stai praticando ascoltando il tuo corpo anzichè la mente, questo si che è yoga, complimenti!
      Buona continuazione, ci vediamo alla prossima!

      😊🙏🌟

      Rispondi
  2. Ciao Laura! Mi è piaciuta molto questa lezione, sono come caduta in una specie di piacevole (e sottolineo piacevole) trance… però vorrei chiederti che tipo di effetti ha sul sistema nervoso, perché a fine pratica ho avvertito uno strano freddo, che veniva da dentro… non so se mi spiego

    Rispondi
    • Ciao Martina,
      mi fa molto piacere che ti abbia lasciato questa sensazione. Nello yin yoga si raggiunge uno stato molto simile a quello della meditazione.
      Questa pratica agisce sul sistema nervoso stimolando il sistema nervoso parasimpatico che è quello che induce rilassamento. Però, per approfondire meglio questo argomento, ti invito a leggere l’articolo: Yin yoga, cos’è, come si fa, perchè funziona.

      Spero di esserti stata utile, buona continuazione, un abbraccio

      😊🙏🌟

      Rispondi
  3. Molto Bella questa lezione di Yin Yoga… l’ho fatta stasera (con un pò di ritardo sul programma autunnale…) con una musica da yin yoga molto bassa in sottofondo e mi sono rigenerata!!
    Ho una domanda su una posizione…. la Rana: il petto va tenuto staccato dal tappetino? Perché per stare più comoda e abbandonata nella posizione mi veniva di appoggiarlo, altrimenti sento gli addominali che lavorano per tenerlo su… vorrei capire come è meglio eseguirla, grazie 🙂
    E complimenti ancora!!

    Rispondi
    • Ciao Silvia,
      mi fa molto piacere che ti piaccia questo stile di yoga, anche io lo trovo super rigenerante.
      Per quanto riguarda la tua domanda, considera che nello yin yoga è molto importante che i muscoli siano rilassati. Quindi le posizoni andrebbero adattate per fare in modo che siano comode.
      Nello specifico, nella posizione della rana ciò che stiamo ricercando è’ l’apertura delle anche. Quindi, dovremmo sentire una leggera tensione nei muscoli dell’interno gamba. Il fatto di riuscire ad appoggiare o meno il petto in questo asana, dipende dalla tua flessibilità. Se ti è possibile appoggiarlo e ti risulta comodo mantenere la posizione, perfetto. Diversamente, puoi anche appoggiare dei cuscini per aiutarti a sostenere il busto. Però l’importante è mantenere i muscoli addominali rilassati.
      Spero di esserti stata utile, buona continuazione,
      un beso

      Rispondi

Lascia un commento