Yin Yoga: delizia per le gambe

Un toccasana per le gambe affaticate…

Durata: 32 min
Livello: Tutti i liv.
Stile Yoga: Yin Yoga

Presentazione lezione

Questa lezione è un toccasana per le gambe affaticate, ed è ideale per chi passa molto tempo seduto in macchina o dietro una scrivania.

Gli asana che praticheremo in questa lezione sono perfetti per riattivare la circolazione nelle gambe e per sciogliere le tensioni accumulate durante la giornata…

Buon rilassamento!

Ti consiglio di praticare questa lezione con questa musica di sottofondo… 🙂

Come faccio ad accedere alla lezione?

Se sei un abbonato a Yoga n’ Ride, hai già accesso illimitato a questa lezione. Accedi e poi torna su questa pagina per visualizzare il video della lezione.

Se invece non hai ancora attivato un abbonamento a Yoga n’ Ride, puoi dare un’occhiata a questa pagina, dove trovi tutte le informazioni utili a capire come funziona l’abbonamento al sito, ed a scoprire tutti i fantastici contenuti che abbiamo pronti per te.

Altre lezioni che potrebbero interessarti:

30 min. Tutti i Liv. Hatha Yoga

Fluire

È una lezione adatta a tutti i livelli, ideale da fare la sera, oppure d’estate o nei momenti in cui senti il bisogno di lasciare andare tensioni.

30 min. Tutti i Liv. Hatha Yoga

Yoga per la luna nuova

Questa lezione è ideale da fare nel giorno di luna nuova, ma anche nei due tre giorni antecedenti e successivi.

12 min. Tutti i Liv. Mudra

Mudra per il mal di schiena

Questa pratica è consigliata specialmente nei momenti di dolore acuto alla schiena, soprattutto nella zona lombare, ed in generale se soffri abitualmente di mal di schiena.

26 commenti su “Yin Yoga: delizia per le gambe”

  1. Ciao Laura, ti seguo in maniera molto assidua da diversi mesi e con te mi trovo benissimo..
    Faccio yin yoga almeno due volte a settimana quindi vorrei chiederti se a breve metterai qualche nuova lezione…. Scusa ma non ho ancora capito bene come funziona..
    Veniamo avvisati quando c’è qualcosa di nuovo? Grazie..
    Sri bravissima 😃

    Rispondi
    • Ciao Antonietta,
      Grazie mille per le tue parole, mi fa molto piacere che ti stai trovando bene e complimenti per la tua costanza 🙂

      In realtà, non abbiamo delle date di pubblicazione prefissate, ma lavoriamo costantemente per proporvi contenuti sempre nuovi.
      Proprio per quanto riguarda lo Yn yoga, a breve pubblicheremo un muovo programma di Yoga per i chakra che comprende anche nuove lezioni di Yin dedicate ai sette chakra.

      Solitamente, ogni volta che viene pubblicato qualcosa di nuovo, siamo soliti informarvi tramite mail. In particolare, per quanto riguarda le lezioni, venite avvisati nella mail del programma stagionale che mandiamo ogni sabato.

      Spero di esserti stata utile, buona continuazione,
      & Namaste

      😊🙏🌟

      Rispondi
  2. Come sempre lo yin yoga mi trasporta in una dimensione magica e il mio tappetino plana sulle tue spiagge aspre e inabitate. Grazie anche oggi e ancor a ancora….

    Rispondi
    • Ciao Vanda,
      che bello, grazie a te per le tue parole 🙂
      Buona giornata

      Rispondi
  3. Che bella lezione. Anche se non riesco a fare ottimamente le asana 🙂
    Posso chiederti di inserire un tutorial con la posizione del piccione (e le varianti)? Ho letto la domanda su come va fatta e la tua risposta circa le attenzioni da avere per non forzare troppo anche e ginocchio. Sarebbe utilissimo un tutorial. Grazie mille ancora
    Namaste

    Rispondi
    • Ciao Federica,
      grazie per il tuo suggerimento, è sicuramente una bella idea…la metterò nella lista delle lezioni da registrare.
      Buona continuazione, un abbraccio & Namaste

      Rispondi
  4. Ciao Laura,
    io non commento spesso ma pratico con assiduità. Vorrei ringraziarti per i tuoi video e per le mail settimanali sono ispirazioni preziose. Grazie e Tantissimi auguri di Buone Feste,
    Silvana

    Rispondi
    • Ciao Silvana,
      grazie mille per le tue parole, è molto gratificante sapere che ti senti così e che ti piace srotolare il tappetino assieme.
      Buon Yoganno nuovo, un abbraccio & Namaste 😊🙏🌟

      Rispondi
  5. Ciao Laura, come sempre innanzitutto grazie per questa lezione 😊 Ho un paio di domande, se puoi aiutarmi. Nell’asana del piccione, la gamba piegata come va posizionata? Perché vedo versioni in cui è obliqua rispetto al bacino (quindi con tallone a contatto con l’osso in cima al bacino della parte opposta – perdona la spiegazione contorta!) ma anche casi in cui la si posiziona parallela al bacino stesso (per il verso della larghezza). Cosa cambia? E idealmente a quale posizione bisognerebbe tendere, pur sempre ovvio nei limiti della propria scioltezza articolare? Il secondo dubbio che ho riguarda l’asana del pilastro, che anche proponi in questa seguenza: premesso che le gambe vadano tenute possibilmente dritte, il piede è rilassato o invece con punta che spinge verso il basso e dunque tallone verso il soffitto? Di nuovo, chiedo perché mi capita di vedere eseguite entrambe le opzioni. Ti ringrazio per qualsiasi prezioso chiarimento sarai in grado di darmi, un abbraccio, ciao

    Rispondi
    • Ciao Lisa,
      Grazie a te per aver srotolato il tappetino e per il tuo commento, sarò felice di poterti aiutare.

      Considera che nella posizione classica del piccione, la coscia della gamba che viene piegata in avanti dovrebbe essere dritta davanti a te con la tibia piegata e il tallone che tocca il bacino opposto.

      Un’altra variante, pur sempre corretta ma più intensa nella zona dell’anca è quella di mantenere la tibia parallela al tappetino quindi con il tallone distante dal bacino. Questa variante però, come ti anticipavo è molto invadente e la consiglio solamente ha chi ha molta flessibilità altrimenti si rischia di forzare eccessivamente.

      La cosa super importante da considerare nell’eseguire la posizione del piccione è proteggere il ginocchio per evitare di infastidire l’articolazione, per questo motivo qualunque sia la variante che assumi, considera che non dovresti mai sentire tensione nel ginocchio, diversamente, sistema la posizione per fare in modo che la tensione che deve essere sempre “piacevole” e mai dolorosa a livello dell’anca e mai nel ginocchio.

      Il consiglio è quello di tenere la gamba in una posizione comoda, specialmente in una pratica di Yin Yoga nella quale le posizioni vengono tenute più a lungo. Considera che in questa posizione, più che la posizione della gamba piegata, l’importante è mantenere il bacino allineato cioè parallelo al tappetino ed equilibrare il peso del corpo su entrambi i fianchi.

      Per quanto riguarda la posizione del pilastro invece, come ipotizzavi esistono diverse varianti che si diversificano in funzione dei muscoli che si vogliono utilizzare ma questa posizione eseguita nell’yin yoga il piede dovrebbe essere morbido, quindi in posizione naturale e senza tensioni, in questo modo si permette al muscolo di riposare e di far lavorare il tessuto connettivo, che è proprio uno degli scopi dell’Yin Yoga.

      Spero di esserti stata utile e per qualsiasi cosa, sono qui!

      Buona pratica & Namaste

      Rispondi
  6. Ciao Laura….mi sento molto più flessibile….grazie♡♡♡♡

    Rispondi
    • Ciao Cristina,
      wow, fantastico! Buona continuazione, un abbraccio 😉🙏🏼

      Rispondi
  7. È una lezione fantastica! Grazie mille, Laura! ❤️🧘🙏

    Rispondi
    • Grazie a te Valeria per averla provata!
      Buona giornata, un abbraccio 😊🙏🌟

      Rispondi
  8. Fantastica come sempre ,ero ferma da un po’ per problemi vari , non vedevo l’ora di rimettermi sul tappetino. top!!!!

    Rispondi
    • Ciao Umberta,
      bentornata sul tappetino 💖

      Rispondi
  9. magnifica sequenza! grazie

    Rispondi
    • Grazie a te Agape per averla provata!
      Un abbraccio ??

      Rispondi
  10. Lezione stupenda. Sei un’ottima Maestra!
    Grazie tanto

    PS: sei bellissima!

    Rispondi
    • Grazie a te Marta per le tue parole ?
      Ci vediamo sul tappetino,
      besitos ??

      Rispondi
  11. Laura non ti smentisci mai… sei MITICA!

    Rispondi
    • Grazie a te Martina per scegliere di continuare a srotolare il tappetino assieme, besitos ??

      Rispondi
  12. Lezione molto efficace anche post allenamento, un bel relax per le gambe stanche.
    Trovo lo Yin Yoga perfetto per il recupero dopo lo sport

    Rispondi
    • Grazie Cristina!
      Un abbraccio & Namaste ???

      Rispondi
  13. Wow wow wow le mie gambe ringraziano. Bellissima lezione Grazie Laura

    Rispondi
    • Yeah, fantastico!
      Buona giornata e ci vediamo alla prossima.
      Un abbraccio & Namaste ???

      Rispondi

Lascia un commento