Yin yoga per rinforzare il sistema immunitario

Prendiamoci cura delle nostre difese immunitarie… con lo yin yoga

Durata: 58 min
Livello: Tutti i liv.
Stile Yoga: Yin Yoga

Presentazione lezione

Questa lezione comprende delle posizioni specifiche che aiutano l’organismo a rinforzare il sistema immunitario concentrandosi prevalentemente su posizioni utili a stimolare l’energia nel meridiano della milza e dei polmoni.

Per fare la sequenza ti serviranno: 1-2 blocchi yoga o in alternativa un cuscino bolster.

Per accompagnare la tua pratica, ti consiglio di utilizzare questo sottofondo musicale >>

Buona pratica!

Programma di Yoga e meditazione per tutti i Chakra

Questo programma è ideale da fare quando senti il bisogno di “metterti a posto i chakra”.

Lo consiglio a chi sente la necessità di riportare equilibrio nei vari centri energetici, o in generale se si vuole approfondire questo argomento attraverso la pratica dello yoga.

Il programma è composto da lezioni yoga e meditazioni studiate appositamente per lavorare su un chakra specifico.

Seguendole in ordine progressivo, avrai la possibilità di compiere uno straordinario viaggio alla scoperta delle energie che scorrono all’interno del tuo corpo, e di praticare alcune delle migliori tecniche che lo yoga e la meditazione ci mettono a disposizione per prenderci cura dei chakra “sballati”.

Ogni settimana lavoreremo con un chakra differente. In questo modo, poiché ogni centro energetico è relazionato ed influenza anche gli altri, avrai la possibilità di fare un lavoro completo e bilanciato.

Per questo motivo, anche se dal test è risultato un disequilibrio di un solo chakra, per riportare armonia in quel chakra è comunque importante lavorare su tutti quanti i centri energetici.

Iscrivendoti al programma, riceverai una e-mail ogni 7 giorni, con un approfondimento sulle caratteristiche del chakra con il quale andremo a lavorare e le relative lezioni e sarai tu in base al tempo che hai a disposizione, al tuo stato d’animo, ed alle tue preferenze a decidere come, quanto e quando praticare.

Noi ti metteremo a disposizione una serie di lezioni di stili e durata differenti che potrai combinare in funzione delle tue esigenze, ad esempio:

  • Hatha yoga per il primo chakra (15 min)
  • Hatha yoga per il primo chakra (1 ora)
  • Yin yoga per il primo chakra  (1 ora)
  • Meditazione per il primo chakra (10 minuti)
  • Meditazione per il primo chakra (20 minuti)
  • Meditazione per il primo chakra (30 minuti)

In questo modo, chakra dopo chakra, settimana dopo settimana, avrai la certezza di aver fatto un lavoro completo, sia a livello fisico che mentale oltre che aver ascoltato le esigenze del tuo corpo alternando la pratica tra esercizio fisico e rilassamento.

Altre lezioni che potrebbero interessarti:

11 min Tutti i Liv. Mudra

Mudra del cuore

La pratica di questo mudra aiuta a rafforzare il cuore e produce un benefico rilassamento nella zona del torace.

13 min. Tutti i Liv. Respirazione

Respirazione per dormire meglio

Questa lezione è ideale da fare la sera prima di andare a dormire per lasciare andare le tensioni mentali

25 min. Tutti i Liv. Hatha Yoga

Yoga per dormire meglio

Questa lezione è ideale da fare la sera prima di andare a dormire per aiutarci a scaricare le tensioni accumulate nel corso della giornata ed avere un sonno rigeneratore e profondo.

30 commenti su “Yin yoga per rinforzare il sistema immunitario”

  1. Una pratica fantastica!!!

    Rispondi
    • Grazie a te Barbara,
      Buona continuazione 🙏🏼☀️

      Rispondi
  2. ciao Laura,
    vorrei sapere se le posizioni che partendo dalla posizione in piedi si flette il busto fino a portare il capo alle ginocchia possono essere sconsigliate a chi tende ad avere la pressione arteriosa alta.
    grazie e buona serata
    Adriana

    Rispondi
    • Ciao Adriana,
      grazie per la tua domanda, sono felice di risponderti. La realtà è che la posizione a cui fai riferimento, è molto benefica specialmente per le persone che soffrono di pressione alta.
      Buona continuazione, un abbraccio

      Rispondi
  3. lo yin yoga continua ad essere il mio preferito. Lo eseguo almeno una volta alla settimana e , insieme alla musica, mi sento la persona migliore del mondo, mentre il mondo sta impazzendo. Grazie Laura perché ci possiamo rifugiare nella pratica in questo periodo burrascoso.

    Rispondi
    • Ciao Vanda,
      grazie per le tue parole, è molto bello sapere che lo yin yoga ti regala questo benessere.
      Buona continuazione, un abbraccio

      Rispondi
  4. Grazie per questa bella lezione, pensavo che lo Yin yoga potesse essere un po’ “noioso” ma con questa pratica mi sono ricreduta 😊un dubbio:quando ci si accovaccia per la ghirlanda, i talloni sono uniti o separati?grazie ancora e alla prossima!ciao

    Rispondi
  5. Grazie Laura!! Oggi è il mio primo giorno in Yoga’n ride, anche se pratico yoga da un pohino di tempo… E sono entusiasta della tua modalità di proporre lo yoga!! Fantastica! Grazie!!

    Rispondi
    • Grazie a te Laura,
      benvenuta! E’ molto gratificante sapere che ti stai trovando bene.
      Ci vediamo presto sul tappetino, buona continuazione 🙂

      Rispondi
  6. Grazie Laura per questa rilassante lezione.

    Rispondi
    • Grazie a te Vanda.
      Un beso 🙂

      Rispondi
  7. Ciao Laura,
    lezione molto bella e intensa in alcuni asana, una curiosità come si chiama la posizione al minuto 36 circa dove ci si siede sulle dita dei piedi? è difficile mantenerla a lungo, ma spero che con il tempo diventerà più facile.

    Rispondi
    • Ciao Michela,
      in effetti quando asana anche semplici, si mantengono a lungo, diventano molto intensi. Credo che sia questo il segreto che rende così efficace lo Yin yoga.
      Per quanto riguarda la posizione a cui fai riferimento, nel libro: “Yin yoga di Bernie Clark”, viene chiamata con il termine inglese “Toe squat” che potremmo tradurre come: “posizione accovacciata sulle punte”.
      E’ un asana super tosto (e ti assicuro che lo è anche per me) ma è incredibile la sensazione di benessere che mi lascia nei piedi. Ad ogni modo, ricorda sempre di non esagerare e di evitare di sentire dolore.
      Spero di esserti stata utile, buona continuazione, un abbraccio grande 😊🙏

      Rispondi
  8. Bravissima Laura pratico yoga da qualche hanno e tu sei riuscita a trasmettermi delle belle emozioni anche on line

    Rispondi
    • Ciao Laura,
      fantastico, è molto gratificante sapere che non ci sono confini nello yoga 🙂
      Buona continuazione, namaste 🙏

      Rispondi
  9. Grazie Laura bellissima esperienza questa lezione di yin yoga. La risposta del corpo e della mente😍indescrivibili😙

    Rispondi
    • Che bello Emma,
      mi fa molto piacere che la sequenza ti abbia lasciato questa sensazione.
      Buona continuazione, besitos 🙏😊

      Rispondi
  10. Grazie, grazie a grazie! Ti adoro perché trasmetti calma, serenità e non fai mai sentire sbagliato nessuno. Fai entrare tutti nel corretto stile yogico ed è fantastico, ho sorriso diverse volte ascoltandoti mentre praticavo. La cosa che poi adoro ancor più di te e di questa pratica yin, è che spieghi su cosa stiamo lavorando, lo trovo estremamente interessante e non tutti lo fanno. E io ne ho bisogno! Fantastica. 🌻

    Rispondi
    • Ciao Alice,
      grazie a te per le tue parole, è molto gratificante sapere che ti stai trovando bene e che ti piace lo stile di insegnamento.
      Un abbraccio grande, ci vediamo alla prossima 😊🙏

      Rispondi
  11. Grazie Laura anche per me lo yin yoga è stata una piacevolissima sorpresa, è vero, è proprio nell immobilità del corpo per alcuni minuti che riusciamo a superare molti blocchi, sia fisici che mentali, senza forzare ma ascoltandoci. Dare tempo al tempo e, questa pratica aiuta veramente, grazie ancora.
    Celeste

    Rispondi
    • Grazie Laura. Lezione molto bela. Vorrei chiederti….ho due ernie cervicali…c5 e c6. Potrei avere problemi a praticare le torsioni o le aperture del torace? Grazie e complimenti….sei molto brava

      Rispondi
      • Ciao Daniela,
        considera che l’ernia, come immagino tu sappia, è una fuoriscita del nucleo del disco intervertebrale e che quindi, ogni movimento che va a comprimere la zona interessata dall’ernia non va bene.
        In caso di ernie quindi, è importante che ognuno si renda responsabile della propria pratica, cercando di identificarne la sua posizione a livello anatomico e adattare la pratica alla propria condizione. Nel tuo caso, evitando tutti i movimenti che vanno a comprimere la zona interessata, quindi: le torsioni del collo, i piegamenti all’indietro della testa e tutti quei movimenti che ti ripeto, vanno a “schiacciare” , torcere o comprimere la zona interessata dall’ernia.
        Spero di esserti stata utile, buona continuazione, un abbraccio grande

        Rispondi
    • Grazie a te Celeste,
      è bello percepire che sei riuscita a cogliere la vera essenza della pratica.
      Buona continuazione

      Rispondi
  12. Molto bella questa lezione, sicuramente una tra quelle di Yin che mi sono piaciute di più! E devo dire che affettivamente porta con sé una grande calma interiore, in particolare la ghirlanda oggi, mi ha fatto sentire una grande sensazione di pace e calma arrivare e pervadere tutta me stessa. Non so perché sia accaduto proprio in quel momento, ma mi ha colpita piacevolmente. Grazie Laura, sei sempre fantastica!!

    Rispondi
    • Ciao Silvia,
      grazie a te 🙂
      Ogni volta che ci mettiamo sul tappetino siamo persone diverse ed ogni volta, la stessa posizione, può suscitare emozioni diverse. E’ molto gratificante sapere che la ghirlanda ti abbia lasciato tanta pace.
      Buona continuazione, un abbraccio grande 😊🙏🌟

      Rispondi
  13. Ciao Laura, ho ricevuto questa pratica nella quarta settimana del programma per la primavera. All’inizio “soffrivo” nelle lezioni di yin yoga, oltre a sentire un’insofferenza per l’immobilità, emergevano emozioni e sensazioni che mi disturbavano. Il beneficio però era grande da subito: la giornata mi vedeva infatti più calma e rilassata. Ho quindi deciso di proseguire in questa routine, inserendo nel we la lezione di yin yoga. Con il tempo ho imparato a concentrarmi, e a capire che quelle emozioni non erano altro che l’accumulo della settimana che entrava nella sfera della consapevolezza.
    Questa lezione è super, una delle mie preferite, per le posizioni fatte, per la calma che ora pervade la mia mente. Certo ho incontrato anche emozioni e sensazioni un pò forti, ma ora riesco ad accettarle meglio.
    Namaste
    Chiara

    Rispondi
    • Ciao Chiara,
      wow, complimenti per la tua pratica, questo è yoga!
      Rivolgere l’attenzione all’interno è un compito difficilissimo e spesso la mente ce lo rende ancora più difficile poichè non le piace l’immobilità, proprio perchè è nell’immobilità che abbiamo l’opportunità di far uscire le nostre emozioni. Rompendo questa barriera, possiamo entrare nella dimensione interiore e, piano piano imparare ad ascoltarci e comprenderci. E’ molto gratificante sapere che lo stai facendo :)))
      Sono sicura che lo yoga ti porterà grandissimi benefici. Buona continuazione, un abbraccio grande 😊🙏🌟

      Rispondi
    • Grazie Laura è stata una bella pratica nn avevo mai provato Yin yoga e devo ammettere che la lentezza e rimanere nella posizione per un po’ di tempo ti permettere di osservare il tuo corpo e come si adatta sempre di più, molto bello.
      Grazie ancora
      Namaste 🙏
      Magda

      Rispondi
      • Grazie a te Magda,
        è bello sapere che hai colto la vera essenza di questa pratica. Buona continuazione 🙏😊

        Rispondi
  14. 🙌🙏🙌

    Rispondi

Lascia un commento